Papilloma Virus (HPV): perchè è importante la vaccinazione

Papilloma-virus-HPV vaccinazione

Qualche giorno fa microba ha fatto la penultima vaccinazione. Stavo per tirare un sospiro di sollievo considerando che ai richiami avrei pensato in prima elementare, quando mi si è accesa una lampadina: microba è femmina! Bella scoperta. Dovrà fare anche il vaccino contro il papilloma virus (HPV). Non se ne è mai parlato con le altre mamme. Già, la maggior parte ha figli maschi.

E mentre facevo queste riflessioni ho letto la notizia che sono state vaccinate per HPV solo il 59% delle dodicenni. Il traguardo di una copertura pressoché totale è lontano.

Perché sottoporsi al vaccino contro il papilloma virus?

Il cancro della cervice (collo dell’utero) è il secondo tumore più diffuso tra le donne a livello mondiale. L’HPV – cioè il Papilloma Virus Umano – è la causa principale di questa grave malattia.

Continua a leggere: Papilloma Virus (HPV): perchè è importante la vaccinazione…

Svezzamento: le tappe fondamentali

Svezzamento: le tappe fondamentali

Microba tra poco compie un anno e ormai lo svezzamento è quasi concluso. Devo dire che è di buona forchetta e soprattutto molto curiosa di assaggiare tutto quello che mangiamo noi. Ma non sempre proprio tutto le è consentito.

In merito allo svezzamento e all’introduzione mese per mese dei vari alimenti ci sono, come sempre teorie contrastanti. Senza essere troppo rigidi, ma senza neppure dare il via allo svezzamento libero, tenterò di dare qualche informazione anche spiegando come mi sono comportata io con i miei bambini.

Svezzamento: le tappe fondamentali

Continua a leggere: Svezzamento: le tappe fondamentali…

Diabete gestazionale ed esposizione al sole: esite una relazione?

Diabete gestazionale ed esposizione al sole

Ho appena letto una notizia che mi ha fatto alquanto sorridere: “Legame fra poco sole e diabete gestazionale.
A parte il fatto che non tutte le gravidanze avvengono nei mesi estivi, la mia seppur piccola casistica di “pance” non concorda con i dati dello studio.

Quando ho saputo di aspettare Supernano, come vi ho già detto era estate e dovevo partire per le vacanze. Destinazione mare. La domanda immediata che mi posi fu: sole o no? Mi documentai e come al solito i pareri erano discordanti; l’indicazione più catastrofica era “assolutamente no” perché l’esposizione al calore del sole nei primi mesi può essere causa di aborto (???). Chiaramente in ogni cosa esiste la giusta via di mezzo. E nel mio caso è arrivato in aiuto il mal tempo: su 15 giorni forse il sole c’è stato 5. Mai stata più felice della pioggia (e si, ve l’ho già detto che ogni tanto mi salta una rotella…). Quando andai al famoso controllo e la ginecologa mi fece i complimenti anche per l’abbronzatura le raccontai dei miei timori, lessi sul suo volto una sottile presa in giro. Ovviamente memore dell’esperienza precedente, con microba, appresa la notizia al mare, continuai imperterrita i bagni di sole.

Continua a leggere: Diabete gestazionale ed esposizione al sole: esite una relazione?…

Aerosol pneumatici o ad ultrasuoni: quale scegliere?

Aerosol pneumatici o ad ultrasuoni

Dopo aver parlato dell’efficacia e dell’utilizzo dell’aerosol (o nebulizzatore), cerchiamo di capire adesso quali e quante tipologie di questi apparecchi esistono sul mercato e il loro principio di funzionamento.

La funzione fondamentale degli aerosol è quella di trasformare una soluzione di farmaci o una soluzione fisiologica in una “pioggia” finissima tale da poter essere inalata facilmente dai polmoni. Sono due le tipologie principali di apparecchi per aerosol commercializzate oggi: quelli pneumatici e quelli ad ultrasuoni. Andiamo ora ad analizzarle più nel dettaglio.

AEROSOL O NEBULIZZATORI PNEUMATICI

Continua a leggere: Aerosol pneumatici o ad ultrasuoni: quale scegliere?…

Test di gravidanza e Beta HCG

Test di gravidanza e Beta HCG

Quando la futura mamma ha il dubbio di una gravidanza, la cosa più ovvia e più frequente è l’uso dei così detti “test di gravidanza”. I test immediati, quelli cioè che si acquistano in farmacia o al supermercato, sono basati sull’individuazione della gonadotropina corionica (HCG) nelle urine. Questo è un ormone prodotto dal trofoblasto, un tessuto che si trasformerà successivamente nella placenta, intorno al 21-22° giorno del ciclo (tali numeri corrispondo solo ad un ciclo regolare con ovulazione al 14° giorno).
Sono costituiti da uno stick di plastica con all’interno una striscia reattiva alla gonadotropina corionica. Per rilevare la presenza della gonadotropina è sufficiente esporre lo stick al flusso di urina e dopo pochi minuti, si è in grado di leggere la quantità di ormone e quindi determinare se l’esito è positivo o no. I test standard danno una risposta con le linee rosa: 2 linee test positivo (si è incinte), 1 linea test negativo (ritenta!). I test di ultima generazione “parlano”: incinta si, incinta no e addirittura danno indicazioni sul numero di giorni in cui si è gravide. Alcuni sono addirittura in grado di rilevare la presenza dell’HCG a partire da 8 giorni dopo l’ovulazione, solitamente vengono venduti in confezioni da due in modo da poter confermare l’esito dopo qualche giorno.

Continua a leggere: Test di gravidanza e Beta HCG…