Prodotti erboristici, il 60% contaminati da “intrusi”

prodotti erboristiciUna delle conversazioni più frequenti da sempre fra le mamme riguarda i medicinali così detti naturali o prodotti erboristici. Che poi cosa voglia dire naturali non è chiaro. Quando le mamme ne parlano sottintendono prodotti autoprescritti, prodotti che apparentemente non fanno male ai bambini.

E purtroppo questi pensieri iniziano a coinvolgere anche i pazienti adulti e con serie patologie. Tempo fa un ragazzo a cui diagnosticai con un test strumentale l’asma bronchiale sostituì il farmaco che io gli avevo prescritto con un altro prodotto erboristico trovato documentandosi su internet. Tornò da me dopo 3 mesi per ripetere il test, convinto della risoluzione del suo problema e mostrandomi tutto contento il prodotto. La scatola presentava il disegno e il nome di alcune erbe dalla proprietà antinfiammatoria e broncodilatatrice. Rifece il test ed effettivamente era migliorato rispetto al precedente. Esposi comunque le mie perplessità e preoccupazioni in quanto non era nota la quantità delle erbe a cui, soprattutto un asmatico potrebbe essere allergico. E in tal caso le allergie scatenare problematiche molto serie. Non si è fatto più rivedere…

Continua a leggere: Prodotti erboristici, il 60% contaminati da “intrusi”…

La schiena dei bambini, decalogo per proteggerla

schiena bambiniQuando comprai lo zaino per la scuola elementare a Supernano cercai di coniugare i suoi gusti con la praticità. Comprammo un trolley del suo personaggio preferito pensando che tirare lo zainetto fosse meglio che metterlo sulle spalle. Mi sbagliavo. Quando il mio terremoto esce correndo il trolley è di impiccio, quando vuole la merenda e oltre alla merenda in contemporanea il succo o ha in mano felpa, giubbino o cappello ci sono solo due soluzioni: o dare tutto alla sottoscritta che tipo attaccapanni si carica di ogni cosa o quando l’attaccapanni è già precedentemente carico, mettersi lo zaino sulle spalle. E qui “casca l’asino”. Gli zaini trolley sono pesanti già vuoti. Pesantissimi con i superaccessoriati astucci e quadernino. Il venerdì con gli altri quaderni pagherebbe la sovratassa in aeroporto.

Continua a leggere: La schiena dei bambini, decalogo per proteggerla…

Inutile una radiografia su tre

RadiografiaChe bello  leggere questa notizia! Finalmente qualcuno che mette nero su bianco quello che io penso e tento di far capire ai miei pazienti da anni. Spesso senza riuscirci.

Secondo la Società Italiana di Radiologia Medica, durante  il convegno per il suo centesimo anniversario, in Italia un radiografia su tre è inutile. Se si considera che sono esami costosi (dai 20 euro di una radiografia ai 150-200 di una risonanza magnetica) e che ogni anno se ne fanno circa un milione, è facile fare il conto di  quanto denaro venga sprecato. In più, prescrivere radiografie inutili fa aumentare del 400% il rischio che il paziente sia operato senza necessità. Da non trascurare poi l’esposizione ad inutili radiazioni che secondo me negli anni diventerà una delle principali cause di tumori.

Continua a leggere: Inutile una radiografia su tre…

La stitichezza in gravidanza

stitichezza o stispiUna delle cose che ricordo con più terrore, soprattutto nel caso della prima gravidanza, è la stitichezza e i conseguenti crampi addominali che arrivavano a svegliarmi alla notte. Il giorno stesso in cui ho comprato un lassativo che la ginecologa mi aveva obbligato ad usare, ho cominciato a regolarizzarmi spontaneamente.

Flacone nuovo, l’ho dovuto poi usare per microba. Ma questa è un’altra storia…

La stipsi, o stitichezza, è un disturbo caratterizzato da emissione di feci di consistenza dura e con una frequenza inferiore a 2-3 volte la settimana.

Continua a leggere: La stitichezza in gravidanza…

La dieta durante l’allattamento

dieta allattamentoLa donna in puerperio che allatta, fornisce al suo bambino 850 ml circa di latte al giorno equivalenti a 750 calorie. Per bilanciare le uscite occorre pertanto un supplemento di circa 500 Kcal al giorno. Tenendo conto che le riserve di grasso della puerpera (2-4 Kg) forniscono circa 250 Kcal al giorno, occorre una dieta durante l’allattamento da 2700 KcalIn termini qualitativi la puerpera necessita giornalmente  di +20 gr di proteine, +400 mg di calcio, +18 mg di ferro.

Inoltre è necessario equilibrare le aumentate esigenze nutritive e la diminuzione di peso della puerpera con la necessità di conservare tessuti tonici. A colazione, che non va mai trascurata, sarebbe utile una tazza di latte o di yogurt con cereali soffiati, oppure 50 grammi di pane tostato o biscotti con due cucchiai rasi di marmellata.

Continua a leggere: La dieta durante l’allattamento…