Popcorn e…cioccolata

popcorn e cioccolataTempo di compleanni. Non esagero se dico che oltre  il 50% degli amici di Supernano compie gli anni fra marzo e giugno e anche a casa nostra siamo prossimi ai festeggiamenti della family. Mi viene in mente una canzone che adoro «Mamma tutto», quando in una strofa si dice «quando c’era il compleanno mamma festa ogni anno; mamma regalo fai non mancava mai». E domani anche microba inaugura la sua “vita sociale”, il primo invito solo per lei ad una festa di compleanno. 

Ma quando si allestisce il buffet  ogni volta bisogna decidere fra patatine o popcorn, o entrambi. Fra i bambini sembra che vincano le prime anche se la scienza promuove i popcorn come uno degli snack più salutari.

Infatti  in California al meeting dell’American Chemical Society a San Diego è stata  presentata una ricerca sul mais scoppiato dove si è sottolineato che ha il più alto contenuto di polifenoli, antiossidanti naturali non solo di noccioline, patatine, tortillas ma anche di frutta e verdura. Il popcorn, infatti ne ha ben 300 milligrammi a porzione contro i 160  della frutta: i polifenoli sono concentrati nei popcorn perché contengono solo il 4% di acqua, mentre quelli della frutta e della verdura sono diluiti in 90% di acqua. Ovviamente non  vuol dire che i popcorn possano sostituire frutta e verdura che hanno  altri nutrienti assenti nel mais, ma che sono uno snack sostitutivo di molti altri spuntini anche grazie al loro minimo potere calorico.

E inoltre spezziamo una lancia a favore del cioccolato: una ricerca  pubblicata su Archives of Internal Medicine e presentata  allo stesso congresso ha valutato lo stile alimentare in rapporto al peso corporeo di oltre 1.000 uomini e donne fra i 20 e gli 85 anni. A parità di calorie introdotte, quelli che mangiavano il cioccolato regolarmente avevano un indice di massa corporea (BMI) più basso rispetto a chi non lo assumeva. Il cioccolato mostra inoltre una associazione favorevole con la pressione sanguigna e la sensibilità all’insulina e al colesterolo.  Il consumo di cioccolato, quindi, può ridurre perfino l’accumulo di grasso se ovviamente non consumato in dosi elevate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *