L’igiene orale materna

igiene oraleDell’igiene orale dei nostri cuccioli se ne parla spesso e anche io ho trattato più volte l’argomento, ma non dimentichiamoci che un grande capitolo dell’odontoiatria riguarda denti e gengive della donna in gravidanza. Gengivite e parodontite sono comuni patologie che si possono verificare a livello del cavo orale; le corrette abitudini aiutano la madre a limitare la possibilità di contrarre infiammazioni e infezioni dei tessuti paradontali e a evitare ripercussioni sulla salute del feto e del bambino.

Infatti la donna in gravidanza è più suscettibile a infiammazioni dei tessuti paradontali e può avere un aumentato sanguinamento sia spontaneo che traumatico (spazzolare i denti), questo a causa di diversi fattori:

  • incremento di estrogeni e progesterone
  • aumento selettivo di alcuni microrganismi patogeni del cavo orale Inoltre negli ultimi decenni numerosi studi hanno riscontrato una correlazione fra malattia paradontale e complicanze sulla salute del feto e del bambino, fra cui:
  1. nascita pretermine
  2. ridotto peso del bambino alla nascita
  3. diabete gestazionale
  4. preeclampsia
  5. morte perinatale

La correlazione con la nascita pretermine sembra legata alla diffusione attraverso il torrente circolatorio e quindi attraverso il liquido amniotico e placenta di microrganismi patogeni. A livello uterino questi causano una risposta infiammatoria. Le cellule dell’infiammazione attivano il sistema immunitario e inducono nascita pretermine o promuovono processi infiammatori a carico del feto. Per onor di cronaca c’è da dire che nonostante la letteratura avvalori la correlazione fra malattia paradontale e possibili problematiche a carico del feto diversi studi hanno dimostrato che nel confronto fra bambini nati pretermine in mamme trattate o non trattate con terapia paradontale, la differenza non è significativa. Tuttavia il trattamento ha portato ad un miglioramento nello stato di salute della donna. Diversa la situazione della trasmissione madre-bambino: lo streptococco mutans è uno dei principali microrganismi responsabili delle carie. Può essere trasmesso al bambino attraverso l’uso di posate , condivisione di cibo, suzione del ciuccio da parte della mamma (mai metterlo in bocca per pulirlo una volta caduto a terra!). i batteri trasmessi dalla madre al figlio aumentano la possibilità di sviluppo di carie da parte del bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *