Il mughetto o candidosi del cavo orale

mughetto

Il mughetto o candidosi del cavo orale, è il nome popolare dato a uninfezione della bocca causata da un fungo, la Candida Albicans, che in realtà si chiama Moniliasi orale.

Epidemiologia

Interessa circa il 30% dei bambini tra i primi giorni di vita e i 2-3 mesi d’età.

Cause

  • Può essere contratta alla nascita, durante il parto per via vaginale, se la mamma è affetta da candidosi vaginale
  • Può essere acquisita subito dopo la nascita, nella nursery, attraverso oggetti o mani infette

I neonati sono maggiormente soggetti a tali infezioni perchè hanno un sistema immunitario relativamente poco efficiente nei confronti dei funghi. Il fungo inoltre può colonizzare anche il materiale poroso di ciucci e tettarelle, oltre al capezzolo della mamma, per cui spesso il mughetto recidiva se non si adattano scrupolose norme di sterilizzazione o il capezzolo non venga anch’esso trattato.

Sintomi

Piccole placche bianche di forma irregolare all’interno della bocca, sulla lingua, sul palato e sulle guance. È facile confonderlo con eventuali residui di latte, ma questi si asportano con facilità, mentre le placche sono molto ben aderenti. In assenza di un intervento, i punti bianchi tendono a confluire e a formare una patina continua. Questa patina, aderente alle parti interne delle guance e sulla lingua, può essere fastidiosa al punto tale da creare difficoltà alla suzione. Spesso dunque il primo segno del mughetto è la mancata voglia di succhiare da parte del bambino associato a pianto irrefrenabile: la suzione infatti può essere dolorosa. Quando l’infezione si trasmette dalla bocca del piccolo al seno della madre, i capezzoli appaiono arrossati, particolarmente sensibili o dolenti.

Terapia

Consiste in antifungini da applicare, dopo le poppate, con una garzina sulle zone colpite cercando di asportare in modo molto leggero la patina biancastra. L’infezione regredisce fino a scomparire nel giro di 10-15 giorni. Le applicazioni debbono essere estese anche al capezzolo e all’areola se il bambino è allattato al seno. Tettarelle e ciucci debbono essere sterilizzati con cura.

Contagio

Il mughetto non attecchisce su tessuti e organismi normali, per cui non è contagioso.

Prevenzione

Le semplici norme preventive consistono nel pulire delicatamente la bocca del bambino, subito dopo la poppata, con una garzina sterile imbevuta di soluzione fisiologica, per rimuovere tutti i residui di latte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *