Le punture di medusa

punture di medusa

È finalmente iniziata l’estate e per chi può primo sole corrisponde a mare. Ma non dimentichiamoci che la spiaggia e i fondali marini ospitano animali e microrganismi che possono provocare diversi problemi, in genere lievi, ma in alcuni casi bisogna ricorrere alle cure del Pronto Soccorso. Le lesioni più comuni per la pelle sono provocate dalle meduse.

Le meduse “pungono” grazie a particolari cellule, che, se toccate, estroflettono dei filamenti urticanti che penetrano immediatamente nella pelle. La sostanza urticante in realtà è una miscela di tre proteine a capacità paralizzante, urticante e neurotossica. Subito dopo il contatto si avverte una sensazione di dolore bruciante e poi di prurito. La medusa che più frequentemente possiamo incontrare lungo le coste del Mediterraneo è la Pelagia nucticola, di dieci centimetri di diametro, trasparente o violacea, con lunghi filamenti, spesso presente in branchi. Queste sono, per fortuna, poco pericolose e provocano solo reazioni nel punto di contatto. Tuttavia, capitare in un branco di meduse ed essere colpito su larga superficie del corpo può essere pericoloso. Il reale pericolo deriva dal panico che segue appena percepito il dolore urente del contatto con le meduse.

Esistono però anche meduse più velenose come le Sea Wasp australiane, che possono addirittura provocare la morte per arresto respiratorio, aritmia cardiaca o shock in pochi minuti.

Una volta fuori dall’acqua verificare che non vi siano parti di medusa rimaste attaccate alla pelle in tal caso la prima cosa da fare è rimuovere i tentacoli ovviamente utilizzando una protezione per le mani. La parte va poi sciacquata con acqua fredda e salata. Non quella dolce che può aumentare il sintomo.
Evitare di grattare o strofinare la parte colpita, o ricorrere a medicazioni estemporanee con ammoniaca, aceto, alcool o altri rimedi fai da te: non si fa altro che peggiorare la situazione.
La medicazione corretta va fatta con l’applicazione di gel astringente al cloruro d’alluminio. Il gel astringente ha un’immediata azione antiprurito e blocca la diffusione delle tossine. L’impiego di creme al cortisone o contenenti antistaminico non è indicato, perché questi farmaci entrano in azione dopo 30 minuti dall’applicazione, cioè quando il massimo della reazione si è già spenta naturalmente.

Attenzione al contatto con gli occhi per il rischio di ulcerazioni della cornea

Comments

  1. says

    As well as students are liable to include the ways for
    which business are imposed to pay different taxes.

    When making these accounts please make sure that you:. Applying
    for an Internal Revenue Service Extension of Time.

  2. says

    Laser treatment can also be used for hair removal, tattoo removal and to treat scars or hyper
    pigmentation. Another trick that will allow you to give better form to your nose is a nose splint.
    Structural problems to the nose even after rhinoplasty is also
    a possibility, and these problems include septal perforation, sinusitis,
    and an irregularity of the nasal form.

  3. says

    Utilizing your palms, smooth yourhair back
    at the top while sweeping the edges back as well. With some really cool designs from high quality fabrics, almost every woman would love to dress up in Herve Leger
    creations. If you have eyeglasses that could do these items,
    it’s surely no surprise they’re liked by VIPs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *