Alla guida con il pancione

guida in gravidanzaPremetto: sono una di quelle mamme che ha guidato senza problemi fino all’ultimo giorno di entrambe le gravidanze. Senza la mia auto sono persa e quando aspettavo microba anche la mia amata bicicletta mi ha accompagnato per tutti i 9 mesi. Chiaramente in questo caso evitavo le strade con il pavet. Eppure sono in molte ad avere difficoltà a salire su un’auto anche come passeggera…

Al di là della mia presunta incoscienza, se si seguono alcuni accorgimenti la guida non viene preclusa alla donna con il pancione.

  1. Innanzitutto la cintura di sicurezza è sempre d’obbligo, (ad eccezione dei rari casi accertati da un certificato medico) posizionando la parte obliqua fra i due seni e la striscia inferiore sotto la pancia.
  2. Se il viaggio è lungo è bene programmare delle soste per riattivare la circolazione degli arti inferiori
  3. Per chi soffre di lombalgia un cuscino dietro la schiena potrebbe essere d’aiuto; diverso il caso in cui è associata la sciatalgia perché in tal caso il continuo movimento del piede sul pedale potrebbe peggiorare il problema.
  4. Da non dimenticare che il cambiamento ormonale spesso porta una fase di sonnolenza, in tal caso è bene viaggiare solo se assolutamente riposate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *