Attività sportiva in gravidanza

gravidanza foto

Quando aspettavo supernano ero stata molto diligente e andavo in piscina due volte alla settimana, con microba il tempo si è notevolmente ridotto e purtroppo non sono stata così costante. Anche allora ogni settimana facevo mille propositi che puntualmente non rispettavo, così le gambe erano gonfie e la schiena dolente.
L’esercizio fisico, fondamentale sempre perché rafforza il tono muscolare, aumenta la resistenza, riduce il mal di schiena, previene il gonfiore, durante la gravidanza oltre a questi vantaggi previene e riduce tantissimi di quei disturbi tipici del periodo: stitichezza, mal di schiena, formazione delle vene varicose,emorroidi, edema alle caviglie e condiziona in senso positivo anche l’umore oltre ad aiutare a tornare in linea dopo il parto.


È sufficiente una blanda attività, come yoga, nuoto corsa leggera, giri in bicicletta, ginnastica dolce, pilates. Ottima anche la ginnastica in acqua perché la forza di gravità solleva la schiena dal peso del pancione; può essere sufficiente anche semplicemente camminare 30 minuti al giorno, l’importante è mantenersi attivi nel modo che più congeniale, che fa stare bene. Sono però da evitare tutti gli sport anaerobici, gli sforzi in alta quota e le immersioni, gli sport di contatto. Vanno evitati inoltre lo sci, l’equitazione, i tuffi, il tennis,la pallacanestro, la palla a volo.
L’attività sportiva può essere iniziata anche se non si è  già allenate l’importante è iniziare gradualmente ed essere costanti per 30 minuti al giorno almeno cinque volte alla settimana. Non è necessario mangiare per due.
Ci sono però delle regole da rispettare quando si fa sport in gravidanza:
– non fare sport quando si è stanche o si ha la febbre
– bere molta acqua 
– indossare un abbigliamento comodo e a strati
– se durante l’attività sportiva si avverte debolezza, nausea, contrazioni o dolore pelvico, crampi, palpitazioni è indispensabile fermarsi
Tra le attività consigliate ci sono gli esercizi di Kegel.
Sono degli esercizi per i muscoli del pavimento pelvico, utili per la prevenzione dell’incontinenza urinaria e per evitare successivi problemi sessuali, indipendentemente dal tipo di parto perché a danneggiare il pavimento pelvico, dilatandolo e rilassandolo, non è il parto ma la gravidanza stessa.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *