La Sesta Malattia o esantema critico: contagio, sintomi e terapia

Sesta Malattia

La sesta malattia, anche nota come esantema critico o roseola infantum, è una malattia esantematica dei bambini.

Causata nel 95% dei casi dall’Herpes virus umano di tipo 6 (HHV6) e nel restante 5% dall’Herpes virus 7 (HHV7) è così chiamata perché è il sesto esantema infettivo descritto in medicina. Le altre malattie esantematiche sono: la scarlattina (prima malattia), il morbillo (seconda malattia), la rosolia (terza malattia), la quarta malattia o scarlattinetta (che è una forma lieve di scarlattina) e il megaloeritema infettivo o quinta malattia. Colpisce principalmente i bambini nella fascia d’età 6 mesi-2 anni senza stagionalità. E’ generalmente caratterizzata da diversi giorni di febbre alta, seguiti da una tipica eruzione cutanea che si manifesta subito dopo la sparizione della febbre.

Contagio

La sesta malattia è particolarmente contagiosa. Il contagio avviene attraverso le goccioline respiratorie emesse con la tosse, gli starnuti ma anche per contatto diretto con la saliva (tipico il contagio attraverso lo scambio di ciucci al nido). La sesta malattia è contagiosa soprattutto durante il periodo febbrile, quindi prima della comparsa dell’eruzione cutanea. Poiché i bambini non sono più contagiosi già il giorno dopo la scomparsa della febbre, da quel momento possono tornare al nido.

Incubazione

In genere il periodo è variabile tra i 5 e i 15 giorni (in media 10).

Sintomi

La sesta malattia inizia con febbre elevata, in genere sui 39°-40°C, che dura circa 3 giorni (per tale motivo è nota anche come “febbre dei tre giorni”). Talvolta può associarsi una sintomatologia delle prime vie aeree (raffreddore, tosse, mal di gola), malessere generale e irritabilità anche se di solito i bambini appaiono vivaci e in buone condizioni generali. La febbre alta spesso finisce improvvisamente ma contemporaneamente appare un’eruzione cutanea rosso-rosata: si spiega così il termine di esantema critico, un esantema che compare dopo lo sfebbramento per “crisi”. L’ esantema che interessa prima il tronco ed il collo e successivamente si diffonde al viso e agli arti, scomparendo poi rapidamente nell’arco di 24-48 ore, si manifesta con piccole macchioline tipo “capocchia di spillo” di colore rosa pallido, con un lieve alone intorno. In genere non si ha prurito.

Complicazioni

La sesta malattia ha un decorso benigno, ma nei bambini predisposti la febbre elevata può determinare convulsioni febbrili.

Terapia

Solitamente è una malattia che si autolimita e la terapia è solo di supporto: antipiretici e adeguata idratazione (valgono le regole generali della febbre)

Prevenzione

Non esistono vaccini e, le misure preventive non sono necessarie perché si tratta di una malattia lieve e di breve durata. Poiché di solito l’infezione colpisce i bambini piccoli ma raramente gli adulti, si pensa che contrarre la malattia durante l’infanzia possa dare immunità. I casi in cui la malattia è stata contratta più volte sono rari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *