L’acetone nei bambini: cause, sintomi e terapia

Acetone acetonemia Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapia

L’acetonemia (nota comunemente anche come acetone) o chetosi è un’ alterazione metabolica molto frequente in età pediatrica che si verifica quando l’organismo del bambino, dopo aver bruciato tutti gli zuccheri a disposizione, inizia a bruciare anche i grassi per far fronte alle necessità energetiche. Accade pertanto quando vengono meno le scorte di zuccheri. L’acetone è dunque una risposta del corpo ai valori bassi di glucosio e non è una malattia

Si manifesta prevalentemente nella prima e seconda infanzia, quando le richieste energetiche sono maggiori, riducendosi progressivamente fino ai 12 anni e scomparendo con la pubertà. Esiste una certa predisposizione all’acetonemia, legata all’età e alla costituzione, per cui ci sono bambini più soggetti all’acetone di altri.

CAUSE

  • In corso di episodi di febbre ricorrente ed alta: la febbre molto alta accelera il metabolismo con il conseguente rapido esaurimento della scorta di zuccheri
  • In seguito a vomito frequente o a digiuno prolungato
  • Cause psicologiche come le emozioni intense: sono più predisposti i bambini emotivamente instabili
  • Dopo intenso sforzo fisico
  • Dopo aver mangiato cibi grassi in abbondanza: merendine, formaggi, salumi, patatine e cioccolato
  • Diabete, se c’è carenza di insulina.

SINTOMI

  • Vomito continuo
  • Dolori addominali
  • Senso di malessere generale
  • Lingua asciutta e patinata
  • Occhiaie
  • Mal di testa
  • L’odore dell’alito è il sintomo principale: poiché l’acetone ha un’eliminazione polmonare e renale, l’alito ha un odore caratteristico di frutta matura

La crisi dura dalle 24 alle 48 ore e termina bruscamente come era iniziata con normale ripristino della funzionalità gastrica.

DIAGNOSI

Utilizzo di stick urinari per la ricerca della chetonuria, in vendita in tutte le farmacie: sarà sufficiente raccogliere qualche goccia di urina del bambino e bagnare le strisce reattive che in un solo minuto, presentano un colore diverso a seconda della presenza o meno dell’acetone.

TERAPIA

Va effettuata una dieta priva di grassi e ricca di zuccheri e di acqua. Il bambino va reidratato con continuità: the, spremute, succhi di frutta, Coca Cola a piccoli sorsi in caso di vomito. In questo modo si reintegrano le sue scorte di energia e l’organismo riprende ad utilizzare gli zuccheri nel giro di 2 -3 giorni. In commercio esistono inoltre preparati per uso orale a base di glucosio, vitamina B6, potassio.

Al di fuori del periodo di crisi l’alimentazione sarà normale senza però eccedere nei grassi.

facebook Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiatwitter Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiagoogle plus Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiastumbleupon Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiaoknotizie Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiatumblr Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiareddit Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiapinterest Lacetone nei bambini: cause, sintomi e terapiaCondividi
Tag:, , , ,
About Mamma Medico

I consigli di Mamma Medico. Tante informazioni per la salute di bambini e neonati e tanti utili consigli anche per le mamme e le donne in gravidanza

Comments

  1. secondo Lei perchè allora c’è questa presenza di acetone nelle urine???? poi ha sempre il raffreddore ed ha sempre i linfonodi ingrassati

  2. secondo Lei da che cosa puo dipendere il fatto che abbia presenze di acetone nelle urine?

  3. Mamma Medico says:

    i linfonodi ingrossati sono indice di qualche infezione. ha fatto un tampone nasale e faringeo?

Lascia un Commento

*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.

Directory Qui Blog Italiani Submit my blog Health motori di ricerca italiani