Congiuntivite nei bambini, lo smog una possibile causa

Congiuntivite e smogDella congiuntivite ho già parlato: è una delle più comuni infezioni nei bambini ed anche motivo di allontanamento dei piccoli dalla comunità. Lo scorso anno Supernano è stato allontanato dalla scuola materna: l’ educatrice mi ha telefonato a metà mattina invitandomi a correre a recuperare il bambino. “Sa – mi disse al telefono – qui ci contagiamo tutti”. A nulla sono valse le mie rimostranze che a quell’età il rischio non era così elevato a meno che non usasse lo stesso asciugamano di altri o sfregasse prima i suoi occhi e poi quelli degli altri bambini. Sono andata appena ho potuto e ho trovato un vivacissimo Supernano con un occhietto leggermente arrossato. La maestra  dandomi indicazione sul recarmi in farmacia per comprare un collirio mi chiese se sarebbe tornato per la festa di Natale che sarebbe stata dopo una settimana. Supernano il giorno dopo era chiaramente già a scuola…

A parte l’essere stati trattati come appestati, il problema si è presentato altre volte ma tutte risolte con un po’ di lacrime artificiali. Erano giorni di massima allerta smog, ma allora non collegai la cosa. L’episodio mi è tornato in mente leggendo il lavoro del Dottor Paolo Nucci, primario ed esperto di oculistica pediatrica dell’Ospedale San Giuseppe di Milano, che ha effettuato una ricerca su un campione di 120 bambini tra 1 e 12 anni, monitorati per quasi due anni, dal 2009 al 2011.

Studiando questi bambini ha visto come circa la metà di quelli che vivono in una zona molto trafficata subiscono gli effetti negativi di smog ed inquinamento a livello della vista  sviluppando un disturbo chiamato “Urban Eye Allergy“. Si tratta di una forma di congiuntivite da inquinamento, che in ben il 42% dei casi causa uno stato irritativo e infiammazione a livello oculare con secrezioni, prurito e talora dolore.

Per tale motivo il consiglio dello specialista è quello di effettuare screening periodici della vista e mantenere il più possibile pulita la zona oculare, utilizzando garze sterili monouso imbevute di acqua purificata o soluzione fisiologica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *