La SIDS: sindrome della morte improvvisa del neonato

SIDS Sindrome Morte Improvvida del Neonato

La SIDS (Sudden Infant Death Syndrome) è la morte improvvisa del lattante chiamata anche “morte bianca” o morte in culla e può colpire bambini nel primo anno di vita. La SIDS, nel nostro Paese, è praticamente l’unica causa di morte nel primo anno di vita, se non si considera il periodo neonatale (primo mese). In Italia ogni anno nascono 500.000 bambini e ci sono circa 250 morti per SIDS.

Le cause sono ancora sconosciute ma sono ben conosciuti alcuni comportamenti preventivi. Si è osservato, cioè, che laddove si seguono delle poche e semplici regole di vita l’incidenza della SIDS cala addirittura del 50%. La prevenzione comincia dal dormire in posizione corretta.

Ecco, appunto…

Quando mi dicevano che con il secondo figlio si è molto più spartani e si perdono di vista molte delle accortezze avute per il primogenito, mai e poi mai avrei pensato che questo avrebbe riguardato in parte anche la prevenzione della SIDS.

A ciò ha contribuito microba che fin da neonata non ha mai voluto dormire a pancia in su, posizionandosi inizialmente su un fianco, poi, crescendo a pancia in giù. Inoltre si addormenta solo abbracciata al suo peluches: un pupazzo di Hello Kitty quasi più grande di lei. È il regalo per la sua nascita da parte di super nano e in fondo è un regalo anche per noi: microba si addormenta e dorme tranquilla nel suo lettino . Quindi anche noi.

Nel corso di indagini e studi numerose azioni e comportamenti sono stati associati a un ridotto rischio di manifestazione della SIDS. Non essendo possibile individuare i bambini a maggior rischio di SIDS, le campagne di prevenzione sono rivolte a tutta la popolazione. In particolare, ai genitori si raccomanda di:

  • far dormire i propri bambini sulla schiena, in posizione supina

  • non fumare durante la gravidanza e dopo la nascita del bambino

  • coprire il bambino con coperte che rimangano ben rimboccate e che non si spostino durante il sonno, coprendo il viso e la testa del neonato (a tal proposito personalmente consiglierei il “famoso” sacco nanna, in commercio ne esistono di varie misure, di vario spessore e vari modelli. Utilissimo quello in pile con le maniche staccabili)

  • non utilizzare cuscini soffici, o altri materiali che possano soffocare il bambino durante il sonno. Meglio un materasso rigido e senza cuscino

  • allattare al seno il bambino nei primi sei mesi di vita. E’ stato dimostrato che una immunizzazione corretta riduce il rischio di SIDS
  • far dormire il bambino in un ambiente a temperatura adeguata, né eccessivamente caldo né troppo freddo, la temperatura ambientale ideale è di 18-20 °C
  • evitare di far dormire il piccolo nel lettone. Casi di Sids si sono verificati per soffocamento del bambino da parte della madre o del padre durante il sonno
  • usare del ciuccio

Dovremmo prendere esempio, almeno in questa situazione, dagli Stati Uniti dove sui pannoloni per bambini, su pressione delle Associazioni Scientifiche dei Pediatri, non sono solo stampate figure di orsacchiotti, barchette o bamboline ma campeggia una scritta ben evidente: BACK IS THE BEST! (SULLA SCHIENA È MEGLIO!) che ricorda anche alla mamma più distratta una norma di sicurezza essenziale.

Comments

  1. colon cleansing says

    I’ve recently started a blog, the information you provide on this site has helped me tremendously. Thank you for all of your time & work.

  2. Mamma Medico says

    You’re welcome, I’m happy if this blog will be helpfull for someone. See you soon (I hope)

  3. Mamma Medico says

    What kind of information do you need? This topic is really vast, so please help me to answer you!!!
    Thank you for visiting my Blog

  4. Mamma Medico says

    Certo che si !!! Sta solo dormendo in posizione corretta per ridurre i rischi della SIDS…

  5. says

    We’re a gaggle of volunteers and starting a new scheme in our community.
    Your web site provided us with useful information to work on. You’ve performed a formidable activity and our whole group might be grateful
    to you.

  6. says

    After exploring a number of the articles on your web page, I really appreciate your technique of writing a blog.
    I book marked it to my bookmark site list and will be checking
    back soon. Take a look at my web site too and tell me your opinion.

Trackbacks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *