Buon anno a tutti!

annoIndovinami, indovino,
tu che leggi nel destino:
l’anno nuovo come sarà?
Bello, brutto o metà e metà?
Trovo stampato nei miei libroni
che avrà di certo quattro stagioni,
dodici mesi, ciascuno al suo posto,
un carnevale e un ferragosto,
e il giorno dopo il lunedì
sarà sempre un martedì.
Di più per ora scritto non trovo
nel destino dell’anno nuovo:
per il resto anche quest’anno
sarà come gli uomini lo faranno.

Gianni Rodari
L’anno nuovo

Nella speranza che “lo facciano” meglio di quello passato un augurio per un 2016 sereno e felice a tutti.

Anno nuovo … rispetto nuovo

Creatore di collage di foto_nEKIHHa

Ad inizio anno due sono gli argomenti “caldi”: i propositi e le speranze per il nuovo anno. Per quanto riguarda i propositi devo ammettere che sono un po’ stufa, sono sempre gli stessi: mettersi a dieta è ovviamente il più gettonato a seguire sul podio in genere si trova andare in palestra/piscina/fare sport oppure un generico trovare più tempo per sé.
Dicendo che sono stufa non intendo certo che per me queste cose non valgono, bensì che non le elenco neppure più perché tanto so che dopo gli entusiasmi iniziali tutto scivola nel dimenticatoio. E quest’anno non ci sono stati neppure gli entusiasmi iniziali perché giusto il giorno in cui volevo iniziare la piscina mi sono svegliata sorda da un orecchio con un dolorino di accompagnamento. Immediatamente accantonata l’idea.
Voglio invece scrivere di una speranza.
Vorrei una cosa in questo neonato 2015: il RISPETTO.
Cos’è questa parola sconosciuta? Cito da wikipedia: “Il rispetto è un atteggiamento e un comportamento improntato alla consapevolezza dei diritti e dei meriti altrui, dell’importanza e del valore morale e culturale di qualcuno”.
Ecco io credo che se si pensasse a questa definizione il mondo girerebbe un filino meglio.
Continua a leggere: Anno nuovo … rispetto nuovo…