Il bello delle piccole cose

fiori

Son le piccole cose belle che fanno bella la nostra vita. Quando accadono all’improvviso un sorriso spunterà. Sono le piccole cose belle che regalano felicità e ti cambiano la giornata se le vivi con semplicità

Questa è una delle canzoni cantate dal coro della scuola primaria di supernano alla festa di fine anno. È dello zecchino d’oro 2008 ed ammetto che ne ignoravo l’esistenza.
L’ho ascoltata con attenzione e non solo perché catturata dall’entusiasmo dei bambini. Era lì in un angolo della mia mente ma prepotentemente uscita in questi giorni. Perché? Perché sono in fase riflessiva. O forse depressiva. È il tempo più autunnale che estivo o lo stress? O entrambi?
Continua a leggere: Il bello delle piccole cose…

L’epifania: tutte le feste porta via…

2014-01-05 23.00.46

È un detto comune e in alcuni casi lo si dice anche con un certo sollievo. In genere capita quando il parentado durante le festività è stato piuttosto presente e invadente oppure quando i figli non inseriti nella solita routine e in preda all’euforia degli eventi hanno fatto letteralmente impazzire. E questa seconda situazione è quella che ho capito essersi più frequentemente verificata leggendo qua e la i vari blog.
Ecco, quest’anno a me non è successo nulla di tutto questo. Quest’anno ho salutato la fine delle festività con un certo rammarico. E la notte scorsa trascorsa completamente in piedi al lavoro in pronto soccorso non è certo stata d’aiuto.
Continua a leggere: L’epifania: tutte le feste porta via……

Pensieri di fine anno…

xxxx

Papàchef è in montagna con i bambini. L’ho già scritto e lo riscrivo. Sembra che sia per tutti un evento stratosferico, di quelli da fine del mondo. Il primo commento di chiunque lo venga a sapere infatti non è tanto “beata, te, goditi la libertà” o cose simili, bensì “che bravo! Il mio non lo avrebbe mai fatto”. Che papàchef sia benissimo in grado di gestire i bambini non ne ho mai fatto mistero, ma da lì a immolarlo santo ce ne corre.
Perché dico questo? Non tanto per sminuirlo ma per “normalizzarlo”.
I nuovi papà giocano con i figli, leggono storie, accompagnano al parco, insegnano ad andare in bicicletta. E allora? Non lo facevano forse anche tanti dei nostri padri? E no, fanno di più: cambiano pannolini, danno il biberon, qualcuno mette anche a nanna permettendo in tal modo  alle compagne di uscire alla sera. Miracolo! Queste cose forse i nostri padri le fanno con i nipoti. E poi? La gestione quotidiana? Continua a leggere: Pensieri di fine anno……

Perchè in Italia le cose vanno male…

bandiera-italiana-asta

Lunedì mattino h.7.15 al distributore di benzina :

“Che faccia hai questa mattina! Cosa ti è successo? Non stai bene?”

Inizio la settimana alla grande, e soprattutto con una grandissima voglia di strozzare il mio decennale benzinaio.

Ma timidamente rispondo: “non saprei, sarà il sonno. Oppure il raffreddore , ma si deve andare…”

“Ah-è la risposta-mia moglie questa mattina ha spento la sveglia, si è girata dall’altra parte e mi ha detto che alle 8.30 avrebbe avvisato che non sarebbe andata a lavorare. Si sentiva un pò così. Sai lei lavora in comune….”

Ogni commento è superfluo.

E  mi perdonino i lavoratori comunali seri!