Diabete mellito gestazionale: diagnosi e trattamento

diabete gestazionale

Il diabete gestazionale è una condizione di intolleranza ai carboidrati che insorge o viene riconosciuta nel corso di una gravidanza.

Fattori di rischio:

  • presenza di diabete in un parente di I grado
  • storia di intolleranza glucidica (compreso diabete gestazionale in una precedente gravidanza)
  • obesità materna
  • neonato di una precedente gravidanza con macrosomia

Screening:

prevede fra la 24° e la 28° settimana di gestazione un test di tolleranza glucidica da effettuarsi un’ora dopo l’assunzione di 50 gr di glucosio per bocca. Le donne ad alto rischio per un diabete gestazionale vanno sottoposte al test in occasione della prima visita ostetrica. Il valore di cutoff (valore soglia) è 130-140 mg/dl. Misurazioni della glicemia condotte in maniera casuale o a digiuno non sono invece consigliate a scopo di screening in quanto poco attendibili.

Continua a leggere: Diabete mellito gestazionale: diagnosi e trattamento…

Nuovi arrivati…è geloso della sorellina (o del fratellino)?

gelosia fratello e sorella

È la classica domanda che mi viene fatta da oltre 9 mesi. E si perché tutti hanno cominciato a porla quando microba era ancora nella pancia. Ma è geloso? Come l’ha presa? Vorrei rispondere con una battuta: “In braccio”. Invece do risposte vaghe e un po’ scaramantiche: no, non sembrerebbe, speriamo vada avanti così…..

In realtà Supernano, passato un primo momento di disorientamento dovuto alla notizia che il bimbo nella pancia della mamma era in realtà una bimba, è sempre stato molto entusiasta, affettuoso e partecipe. Non ha mai dato segni di squilibrio né ha mai fatto quelle strane cose tanto descritte dalle solite “simpatiche” conoscenti…

È chiaro che sia io che Papà Chef abbiamo adottato una strategia comune:

  • Lo abbiamo coinvolto tantissimo
  • nei limiti del possibile abbiamo cercato almeno all’inizio di non scalfire il suo mondo. Microba si è inserita piano piano

Continua a leggere: Nuovi arrivati…è geloso della sorellina (o del fratellino)?…

Amniocentesi: le nuove linee guida

Amniocentesi e Villocentesi

Amniocentesi, riporto dal sito ansa.it: “Nuove linee guida: troppi pericoli, all’inizio meglio il test combinato…Nel nostro Paese la gravidanza, lamentano molti esperti, e’ eccessivamente medicalizzata.”

A fine anno 2010 sono state redatte dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss) le nuove linee guida per la gravidanza. Le amniocentesi/villocentesi non saranno più offerte come prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) in base all’età della gestante ma solo in base al rischio stimato con l’esame della translucenza nucale.

È stata la prima “novità” quando aspettavo microba. La mia ginecologa mi ha assolutamente sconsigliato di effettuare l’amniocentesi. “È inutile rischiare di perdere un feto sano”, mi disse precorrendo la pubblicazione delle linee guida, “fai prima la translucenza nucale e il test combinato.”

Continua a leggere: Amniocentesi: le nuove linee guida…

Benvenuti nel Blog di MammaMedico!!!

Mamma Medico

Un benvenuto a tutti in questo Blog. Spero che qui possiate trovare notizie, consigli e suggerimenti per la salute e il benessere dei vostri bambini e, perchè no, anche qualche parentesi divertente di vita quotidiana. Ovviamente quello che leggerete non deve sostituirsi a una visita medica ma sicuramente può dare qualche informazione in più sui mille problemi che ogni giorno dobbiamo affrontare per i nostri bambini.

Buona lettura!

CHI SONO

Mamma MedicoCiao a tutti, sono Mamma Medico, ovvero un medico mamma. In che percentuale sia l’una o l’altra non è dato sapere: amo entrambe le cose e tento di farle bene entrambe. Ai posteri l’ardua sentenza… O ai miei bimbi: Supernano di 10 anni e microba che ha 6 anni. A contribuire alla crescita della family è intervenuto Papà Chef, il cui ruolo, oltre che x la progenie, è fondamentale all’ora dei pasti. La storia di Mamma Medico inizia nel lontano 2000, allora era solo medico e per nulla mamma: ha iniziato la sua professione e ha conosciuto Papà Chef che l’ha conquistata con i suoi manicaretti. In una vita abbastanza incasinata, fra lavoro in ospedale, corse fra scuola, attività sportive, parco, da dove nasce l’idea e il tempo per un blog? Per pudore o semplicemente perché tolto il camice a casa volevo solo fare la mamma, ho sempre evitato di parlare della mia professione. Quando questo dato emergeva, ero subissata di richieste da parte di mamme, amiche, vicine di casa etc su come comportarsi in caso di problemi di salute e non con i propri figli. Non sono una pediatra, a volte mi affido alle mie nozioni di medicina generale, a volte al buon senso, a volte mi documento, ma tento sempre di dare risposte.

Quando è nata microba confrontandomi con le altre neomamme mi sono resa conto che a volte si ha bisogno di dare delle risposte alle domande più semplici.
Ecco, partendo dalla mia esperienza soprattutto di mamma e di medico, vorrei mettere per iscritto quelle risposte. Chiaramente le informazioni presenti non sono un consulto medico e non sostituiscono in nessun caso consulti, visite e diagnosi del proprio pediatra di fiducia. Non devono essere considerate un invito al fai da te , bensì solo fornite a scopo divulgativo e conoscitivo.