L’orzaiolo: cos’è, come si cura

orzaiolo

Ho il ricordo di frequenti orzaioli durante l’infanzia, e di mio nonno che mi inseguiva per casa con una bottiglia d’olio. Sosteneva che dovessi guardarvi dentro per guarire. A parte queste dicerie più o meno popolari anche supernano fino a poco tempo fa era soggetto a questo tipo di infezione. Sarà sicuramente un caso, ma molti dei piccoli “problemi” che hanno colpito me da bambina hanno interessato anche lui.
Ma cos’è l’orzaiolo?
L’orzaiolo è un piccolo ascesso purulento che si forma sul bordo delle palpebre. Gli orzaioli sono causati da un’infezione batterica in genere della famiglia degli stafilococchi, per tale motivo esiste il rischio, in caso di utilizzo comune della biancheria da bagno, di trasmettere l’infezione.
I sintomi dell’ orzaiolo sono:
– grumo rosso simile ad un brufolo situato lungo il bordo della palpebra.
– palpebra gonfia e dolente al crescere della tumefazione
– formazione di pus nell’occhio. L’infiammazione e il gonfiore possono diffondersi alla zona circostante dell’occhio.
Durata della malattia:
La maggior parte degli orzaioli si gonfiano per circa 3 giorni prima di sgonfiarsi e quindi, guarire in circa una settimana

Continua a leggere: L’orzaiolo: cos’è, come si cura…

Ambliopia: è possibile curarla anche con i videogiochi?

ambliopiaQuesta notizia farà felici moltissimi bambini, un po’ meno le mamme. Secondo le ultime ricerche presentate al 115° Convegno dell’American Academy of Ophthalmology di Orlando (Usa) l’uso dei videogiochi potrebbe essere utile per curare l’ambliopia, nota come sindrome dell’occhio pigro ovvero un deficit dell’acutezza visiva tipica dell’età pediatrica. E pensare che al miglior amico di Supernano, patito di giochini elettronici ed anche affetto da ambliopia, i genitori, per rimandare ancora un po’ l’acquisto dell’oggetto del desiderio, hanno detto che si può comprare solo all’estero.

Continua a leggere: Ambliopia: è possibile curarla anche con i videogiochi?…

Colore degli occhi nei neonati e fattori che lo caratterizzano

Colore degli occhi nei bambini

La microba ha gli occhi azzurri, addirittura in alcune particolari condizioni di luce, color acquamarina. A parte che mai e poi mai avrei pensato ad una cosa del genere, ognuno fa le sue considerazioni in proposito: Papà Chef ha “accusato” l’idraulico (per carità, i 2 che hanno bazzicato per casa nostra non sono certo tipi da ispirare momenti di passione sotto il lavandino!), io ritengo che la genetica nasconda un sacco di misteri: gli occhi chiari della piccola dovrebbero provenire da bisnonni e trisavoli. Sempre che questo bellissimo colore non cambi. Lo definisco il “toto-occhi”.

La leggenda più buffa sostiene che il colore si stabilizzi alla fine dell’allattamento. Il fondamento scientifico non è dato sapere.

Continua a leggere: Colore degli occhi nei neonati e fattori che lo caratterizzano…