Quando togliere il pannolino

togliere il vasinoCome avevo già detto, il Blog oltre che una fonte medica è anche il mio diario famigliare, una raccolta di fatti di vita vissuta e aneddoti che altrimenti andrebbero persi data la mia pigrizia e la mia cronica mancanza di tempo. Di un anno molto si è perso a causa dei problemi tecnici che ha avtuo il Blog, qualcosa sono riuscita a recuperare e pertanto ripubblico.

9 settembre 2011: Oggi microba ha fatto per la prima volta la cacca nel water. Era tutta contenta e continuava ad applaudire. Sono ben conscia che “una rondine non fa primavera”, anche perché ha solo 16 mesi, ma è comunque un successone. Microba parla tantissimo, ma in maniera incomprensibile. Una delle poche parole di senso compiuto è appunto “cacca” che dice però sempre un secondo dopo; poiché emula sempre i grandi ho fatto un tentativo.

Continua a leggere: Quando togliere il pannolino…

Le ragadi

Ragadi e ragadi interneLe ragadi sono dei taglietti che si formano facilmente sul capezzolo della neomamma nei primi giorni di allattamento; possono arrivare a sanguinare e sono molto dolorose, pertanto rappresentano un serio ostacolo al proseguimento dell’allattamento.

Cause

  • errata postura del bambino durante l’allattamento: è necessario che il neonato si attacchi al capezzolo prendendo in bocca l’intera areola, e non solo la punta sporgente mentre la mamma dovrebbe sorreggere con le dita la mammella per facilitare la suzione
  • il mantenimento della stessa posizione durante le diverse poppate
  • poppate troppo lunghe: la durata delle poppate non deve superare i 15 minuti per capezzolo e questi devono essere rigorosamente alternati
  • un eccessivo sforzo del bambino durante la suzione secondario a un ingorgo mammario
  • l’uso di reggiseni troppo piccoli, che costringono il seno più che contenerlo Continua a leggere: Le ragadi…

Le 7 regole d’oro dei pediatri per affrontare l’estate in sicurezza con i nostri bambini

bambini in sicurezza in estate

L’estate è la stagione più amata dai bambini ma anche più a rischio di piccoli problemi legati proprio al maggior tempo passato fuori casa. Per questo la Federazione pediatri italiani ha messo a punto alcuni consigli, sette regole d’oro per affrontare in sicurezza la bella stagione.

1) Sole in sicurezza: proteggere i bambini dall’esposizione ai raggi solari utilizzando creme con fattore di protezione superiore a 15 SPF. La crema deve essere applicata almeno ogni due ore, soprattutto se il bambino suda molto. Inoltre l’esposizione deve essere evitata tra le 12 e le 16.

2) Prima di fare giocare i bambini all’aperto quando fa più caldo assicurare un’adeguata idratazione con acqua e se l’attività fisica si prolunga oltre un’ora, è opportuno somministrare bevande contenenti zuccheri e sali minerali.

Continua a leggere: Le 7 regole d’oro dei pediatri per affrontare l’estate in sicurezza con i nostri bambini…

Eritema o dermatite da pannolino: trattamento e prevenzione

eritema o dermatite da pannolino

L’eritema da pannolino e’ un problema che interessa la maggior parte delle mamme perchè è molto frequente nel neonato e può accompagnare il bambino fino all’età di 2 anni circa.

Con “eritema da pannolino” o “dermatite da pannolino” si intende un arrossamento della pelle nella zona genitale e anale del neonato. È causata dalle urine e dalle feci che ristagnano a contatto con la pelle, soprattutto a causa dei pannolini, mantenendo la pelle umida. La pelle del neonato è molto delicata e, anche se i pannolini in commercio hanno un alto potere assorbente e garantiscono un’elevata igienicità, non possono combattere gli arrossamenti: non sono fatti di materiali come cotone e spugne, ma contengono materiale plastificato, che irrita facilmente la delicata pelle del neonato. Inoltre l’umidità causata dalle urine, non riuscendo a fuoriuscire, impedisce all’epidermide di traspirare. A ciò si deve aggiungere l’irritazione chimica causata dall’ammoniaca, prodotta dagli enzimi batterici urinari e dagli enzimi fecali.

Continua a leggere: Eritema o dermatite da pannolino: trattamento e prevenzione…

Macchie rosa sul pannolino: un problema frequente

macchia rosa o rossa pannolino

Ricordo il primo “panico” una sera qualche giorno dopo la nascita di Supernano: il riscontro di alcune macchie rosa sul pannolino. La mia deformazione professionale mi aveva subito portato a pensare ad un’ infezione delle vie urinarie, la mia super amica pediatra prontamente contattata mi ha subito tranquillizzata, non risparmiandomi un “ma come, non te l’hanno detto?”. Detto cosa?

Il riscontro di macchie rosa sul pannolino è un problema frequente che può essere messo in relazione con alcune marche di pannolini. E soprattutto non è sangue!

È una reazione chimica tra cristalli di urati di origine urinaria (soprattutto nel caso delle prime urine più concentrate) ed alcuni componenti della parte assorbente del pannolino. Si può verificare sia nei bimbi che nelle bimbe. Non è quindi una patologia e pertanto non sono necessari accertamenti medici.