Congiuntivite nei bambini, lo smog una possibile causa

Congiuntivite e smogDella congiuntivite ho già parlato: è una delle più comuni infezioni nei bambini ed anche motivo di allontanamento dei piccoli dalla comunità. Lo scorso anno Supernano è stato allontanato dalla scuola materna: l’ educatrice mi ha telefonato a metà mattina invitandomi a correre a recuperare il bambino. “Sa – mi disse al telefono – qui ci contagiamo tutti”. A nulla sono valse le mie rimostranze che a quell’età il rischio non era così elevato a meno che non usasse lo stesso asciugamano di altri o sfregasse prima i suoi occhi e poi quelli degli altri bambini. Sono andata appena ho potuto e ho trovato un vivacissimo Supernano con un occhietto leggermente arrossato. La maestra  dandomi indicazione sul recarmi in farmacia per comprare un collirio mi chiese se sarebbe tornato per la festa di Natale che sarebbe stata dopo una settimana. Supernano il giorno dopo era chiaramente già a scuola…

Continua a leggere: Congiuntivite nei bambini, lo smog una possibile causa…

Inquinamento e bambini

inquinamento e bambini

Che l’inquinamento fosse un grave reale problema per i nostri bambini, era noto da tempo e io ne avevo già parlato, ma al primo Meeting Internazionale su Bambino e Ambiente organizzato dalla Società Italiana di Pediatria a Firenze, gli studi esposti sono stati tutt’altro che confortanti.

Alcuni inquinanti come benzene, metalli pesanti e il particolato ultrafine che si può inalare nel traffico o vicino gli inceneritori sono stati messi in relazione ai tumori infantili del primo anno di vita, che negli ultimi 20 anni sono aumentati in modo consistente in Italia e in tutta Europa. La loro incidenza è cresciuta dell’1% all’anno nell’Unione Europea, cioè del 20% in 20 anni, e del 3% l’anno in Italia. Non si tratta solo di leucemie, ma anche di linfomi (+4%) e tumori solidi, come il neuroblastoma o alcuni tipi di sarcomi che prima non erano tipici dell’infanzia.

Continua a leggere: Inquinamento e bambini…

Smog, traffico e polveri sottili: un pericolo per i nostri bambini

smog traffico pm10 polveri sottili

Ricordo un episodio che mi fece molto arrabbiare quando Supernano aveva un mese di vita. Aspettavo una persona alla fermata del tram quando mi si avvicina la solita “vecchietta”, di quelle che “i fattacci tuoi mai?” e in malo modo mi disse che ero matta a portare un bambino così piccolo in un crocevia di strade ad alta percentuale di traffico e quindi di smog. Certo, avrei potuto volare……

E sempre parlando di smog, qualcuno un giorno mi disse: “Non c’è più lo smog di una volta”. E in parte è vero. Oggi lo smog è dovuto prevalentemente alle polveri sottili, ossia ai cosiddetti particolati di dimensioni molto piccole. Questo microparticolato passa attraverso il filtro nasale e raggiunge le piccole vie respiratorie. Qui altera la mucosa bronchiale e favorisce bronchiti e bronchioliti. Ecco perchè in età scolare la media è di tre infezioni respiratorie l’anno.

Continua a leggere: Smog, traffico e polveri sottili: un pericolo per i nostri bambini…