Nasce un’Agenzia per Mamme Inesperte…Ma sarà davvero utile?

Agenzia per mamme inesperte

Ho appena letto una notizia che mi ha lasciato alquanto perplessa, riguarda l’esistenza di una nuova attività: un’agenzia per mamme inesperte. Sono società, che all’estero sembrano funzionare già molto bene, che offrono aiuto alle donne durante la gravidanza ma soprattutto dopo la nascita del bimbo. Partendo dal concetto che molte neomamme, si sentono, e sottolineo si sentono perché in realtà spesso non lo sono, “imbranate” ma soprattutto sono sole nell’affrontare i nuovi eventi, queste agenzie di “pronto intervento maternità” si occupano di tutto quanto sta intorno alla maternità: dall’allattamento alla nuova organizzazione della vita domestica, dall’indicazione sulle poppate a spiegare la causa di quel continuo pianto.

Anche in Italia è nata una scuola per formare queste figure. Si apprendono nozioni di puericultura e nozioni generali di “vita pratica “ con un bebè. Non esistono albi né associazioni. È sufficiente avere una partita IVA e si può cominciare. Chiaramente queste professioniste non possono e non vogliono sostituire pediatri e ostetriche.

Allora io mi chiedo: ma è proprio necessario che una mamma spenda dai 12 ai 50 euro all’ora (queste dovrebbero essere le tariffe) per farsi dire quello che in teoria dovrebbe essere compito di ostetriche, puericultrici o pediatri dire. O se non proprio compito loro, notizie da chiacchiere con altre mamme ai giardinetti?

Io trovo che lo scambio di informazioni con le altre mamme sia fondamentale. Faccio sempre l’esempio del parco perché frequentandolo si ottengono molteplici benefici: il bambino sta all’aria aperta e le mamme, oltre ad avere uno stimolo per uscire, incontrano tante altre mamme con cui confrontarsi. All’inizio non sarà facile. Siamo tutte diverse, ma nel tempo impariamo che anche quella che guardavamo “storta” perché veniva vestita come per un happy our alla moda, ha i nostri stessi problemi su “cacche e pannolini”. E non dimentichiamoci che quando i bambini cresceranno si sarà creata una rete di solidarietà per una giornata di sciopero all’asilo o un pomeriggio di pioggia in casa.

E con quei soldi risparmiati ci concederemo una seduta in più dal parrucchiere…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *