Pediatri corrotti per prescrivere latte in polvere

latte in polvere

La notizia di cronaca di oggi è una di quelle che mi affranta molto come medico e come mamma: pediatri corrotti per prescrivere latte in polvere: 18 arresti.

I carabinieri dei NAS di Livorno hanno arrestato 18 persone (messe tutte agli arresti domiciliari) per corruzione nei confronti di 12 pediatri.Secondo le indagini i medici inducevano le mamme a utilizzare latte artificiale di note ditte al posto di quello materno  in cambio di viaggi costosi e regali di lusso.  I carabinieri hanno dimostrato l’esistenza di un giro di mazzette per centinaia di migliaia di euro utilizzati per i regali ai medici: smartphone, computer, condizionatori, televisori.

Sono arrabbiata come medico perché io metto sempre la passione nel mio lavoro, i pazienti al primo posto e mai ho prescritto o prescriverò qualcosa solo per avere in cambio un favore. Lo sanno bene gli informatori farmaceutici a cui è addirittura capitato di sentirsi dire che mai avrei scritto il loro farmaco perché inefficace. O al contrario è capitato che continuassi a scrivere alcuni prodotti anche se quell’informatore non passava più nella mia zona o aveva cambiato azienda. Il mio motto è “prima di tutto la salute del paziente”. E devo dire che in genere la mia franchezza è apprezzata. 

Sono  arrabbiata come mamma. Io tendenzialmente se vado da uno specialista mi fido e mi sarei anche fidata se per qualche motivo mi avessero suggerito il latte in polvere. Anzi, quel latte in polvere. Mai avrei pensato che si potesse lucrare sulla salute del mio bambino. Mi è capitato di sentire delle mamme a cui era stato detto  che per qualche motivo era meglio che non allattassero, ho sempre pensato si trattasse di situazioni serie. Anche perché in teoria sono veramente pochi i motivi per cui una mamma non può allattare.

Sul mio blog ne ho parlato tanto, tanto ne parlano da sempre le altre mamme blogger, di quanto sia importante l’allattamento al seno, raccomandato dall’OMS esclusivo fino ai sei mesi, se possibile poi protrarlo fino all’anno, di tutti i benefici che derivano. Potete leggere per esempio qui e qui. Ed ora cosa invece leggo? Che per due miseri regali tanti medici si sono venduti, sono venuti meno ad un giuramento fatto il giorno della laurea, quel giuramento che ho pronunciato commossa e ricordo come se fosse ora. “Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio; mi asterrò dal recar danno e offesa. … In qualsiasi casa andrò, io vi entrerò per il sollievo dei malati, e mi asterrò da ogni offesa e danno volontario…”

Non mi venite a dire che è già successo, che succederà sempre, che c’ è chi ha fatto di peggio etc etc, è chiaro che per me è inaccettabile ma ancor di più lo è da parte di chi si occupa di bambini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *