Regali per bambini e il rischio di allergie

Regali per bambini e allergie

Supernano è stato invitato all’ennesima festa di compleanno del periodo e questo conferma il dato che moltissimi bimbi sono frutto delle ferie estive (!!!!). A parte le battute, sono sempre alla ricerca di regali che piacciano al destinatario e alle mie tasche. Andare incontro ai desideri dei bambini non è poi tanto difficile, ma poiché spesso le loro camerette sono più fornite di un giocattolaio io mi orienterei su qualcosa di utile. “Vietatissimo”: so già che il regalo sarebbe apprezzato solo dalle mamme.

Tempo fa però ho letto un interessante articolo sulle difficoltà di scegliere regali adatti a bimbi che soffrono di particolari allergie o intolleranze, di cui spesso si ignorano le cause. Ecco i consigli da seguire in questi casi, secondo quanto raccomandato dall’American College of Allergy, Asthma and Immunology (ACAAI). Sono delle regole che chiaramente valgono sempre, dai compleanni, al Natale e per qualsiasi fascia di età.

Innanzitutto, meglio evitare di regalare del cibo, specialmente dolci: gli allergeni alimentari si nascondono un po’ ovunque, e dall’uovo di Pasqua ai panettoncini natalizi (tanto per fare un esempio) potrebbe esserci qualche insidia.
Niente animali domestici come regalo: secondo la stima dell’’Aidaa (Associazione italiana a difesa di animali e ambiente) molti finiscono abbandonati dopo pochi mesi; inoltre soprattutto cani e gatti rappresentano una sorgente di allergeni in grado di scatenare reazioni avverse in molti bambini. Meglio, quindi, preferire un peluche, possibilmente in materiale ipoallergenico e lavabile in acqua calda, in modo da poter eliminare facilmente le sostanze che causano la reazione allergica.
E’ necessario escludere la bigiotteria in quanto molti di questi accessori contengono nickel a cui alcuni bambini sono intolleranti. L’oro è sicuramente più sicuro, ma, a meno che non si tratti di parenti stretti e di ricorrenze importanti, chiaramente troppo costoso. Forse meglio un buon orologio, magari con cinturino di plastica.
Per quanto riguarda i vestiti, se non si è più che sicuri di conoscere le eventuali intolleranze del piccolo, meglio preferire i capi 100% cotone.
Assolutamente da evitare, invece, sono i profumi, i saponi profumati, le lozioni, i vari trucchi giocattolo.

E’ importante in ogni caso, anche se il regalo è destinato a bimbi apparentemente non allergici, imparare ad osservare bene l’etichetta di qualsiasi prodotto, per verificare che sia anallergico e clinicamente testato.

Trackbacks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *